IKO – ITC – Corso istruttori

Sono tornato alla vita normale e finalmente riesco a raccontarvi l’intensa esperienza di vita che è stata diventare un istruttore di kite. Essere un istruttore non significa solamente sapere tutto del kite ed insegnarlo, significa diventare una guida, un esempio per tutti quelli che vogliono praticare questo sport. 

Per diventare tale in soli 5 – 6 giorni, c’è bisogno di studiare un sacco e di molto impegno, non è una passeggiata e non lo consiglierei a chi non è davvero convinto di voler intraprendere questa strada. L’esaminatore, infatti, non è solo colui che vi addestra all’insegnamento, ma un vero e proprio selezionatore del personale che lavorerà per IKO (international kiteboarding organization) per divulgare questo sport insieme agli standard di sicurezza previsti da IKO.  Naturalmente non mi dilungherò nei dettagli, vi racconto solo che cosa vi attende se volete scegliere questa strada.

Innanzitutto il primo passo è diventare assistente istruttore, spesso qualche giorno prima di un ITC, viene organizzato un corso AITC, per diventare assistente, appunto. In secondo luogo bisogna fare un corso di pronto soccorso, anche questo molto spesso viene organizzato in occasione dell’ITC.

Finalmente si inizia il corso: si passano 2 giornate intere a parlare di teoria: teoria del volo, attrezzature, regole di precedenza, insegnamento dalla barca (si fa anche una prova pratica), sistemi di sicurezza e tecnica. Naturalmente non c’è il tempo per studiare tutto il manuale, bisogna aver già studiato precedentemente e superato dei pre-esami online; durante il corso si chiariscono solo i dubbi e si ribadiscono i concetti più importanti. Oltre a questo si dedica  molto tempo allo studio della psicologia di insegnamento, che prevede vari step concepiti per facilitare l’apprendimento da parte dell’allievo, perchè ricordate che gli allievi non sono tutti persone piene di voglia di fare kite, qualcuno  fa il corso per semplice curiosità, qualcuno lo fa perchè glielo hanno regalato, il nostro scopo di istruttori è quello di portare più persone possibile alla pratica indipendente di questo sport. Dopo di che si va in spiaggia, e si inizia a fare pratica. Bisogna prestare MOLTA attenzione alla sicurezza, prevista da IKO ma anche dal buonsenso, altrimenti si rischia lo SHADOWING. Cos’è? lo shadowing consiste in una certa quantità di ore di insegnamento da fare gratuitamente presso un istruttore di livello 2, per affinare le capacità o migliorare le conoscenze che a fine corso non si è dimostrato di avere.

Durante la settimana di corso si studia molto, si dorme poco e non si ha tempo per fare altro; però si conoscono un sacco di persone meravigliose con la nostra stessa passione. A fine corso si piange, si ride o ci si commuove, perchè le emozioni vissute sono spesso intense.

Quindi se volete vivere nel mondo del kite perchè lo amate, sul sito IKO trovate le date ed ogni altra info relativa ai prossimi ITC, se invece volete solo imparare a fare kitesurf chiamatemi, ora ve lo posso insegnare come si deve!

Simone