Slingshot_RPM_2010_4

Slingshot RPM 2010 12 m e 8 m – il test

Slingshot RPM 2010 12 m e 8 m – il test:

mancano 4-5 mesi alla presentazione del modello 2011 e io sono qui a parlarvi del modello 2010, non sarà di certo un articolo che farà scoop, ma quando scrivo di un kite preferisco averlo provato bene e in quasi tutte le condizioni prima di dare un giudizio. Ovviamente le considerazioni che troverete nel testo a seguire sono personali, sicuramente a qualcuno di voi la stessa ala avrà dato sensazioni diverse, cercherò di essere il più obbiettivo possibile. Ah volevo ricordarvi che i kite li ho pagati come tutti voi.

Slingshot_RPM_2010_4
La barra:
ha veramente una marcia in più verso i concorrenti, risulta robusta, con un grip stile moto in gomma, non vi scappa mai dalle mani, per il 2010 è stato adottata una sicura del tipo pull off, basta impugnare un parte in plastica posta sopra il chicken loop e spingerla verso fuori e il kite va in sicura. Il chicken loop ha finalmente un anello al centro per attaccare il leash in modalità suicide, molto utile per chi sgancia e con l’rpm si sgancia!Nelle front troviamo un ottima girella per far si che le front non si intreccino nemmeno dopo centinaia di kiteloops nello stesso senso, questo per chi fa freestyle è un bella scocciatura in meno.
Ovviamente sono presenti: stopper ball attiva e se non sganciate il sistema di sicurezza CSS che mette in sicura il kite da una front.
Le cose che non ci sono piaciute sono le seguenti: per depowerizzare il kite c’è una cima a fianco del chicken loop che all’estremità ha un impugnatura in plastica per agevolare la presa, se il kite viene lasciato in piena potenza, questa impugnatura si incastra con il chicken loop e per tirare il depower ci vogliono due mani, il consiglio che vi do è di lasciare sempre un cm di depower tirato per evitare la scocciatura di dover usare due mani. Un altro appunto, se vogliamo proprio essere pignoli è la pesantezza della barra rispetto alla concorrenza, dettaglio che risulta ininfluente quando il kite è per aria, meglio pesante e robusta che leggera e fragile.
Slingshot_RPM_2010_2
il 12 m – freestyle/wakestyle: prendete il miglior C kite, aggiungeteci una buona dose di depower, un tiro talmente costante che il kite te lo dimentichi, l’unica cosa da fare è provare e riprovare trick nuovi agganciati, ma soprattutto sganciati, questa è la frase più naturale che mi viene dopo una 20ina di uscite, se avessi dovuto scrivere di questo 12 dopo la prima uscita la frase sarebbe stata questa: l’rpm è un kite strano, rispetto a quello che ho provato fin ora non tira ma plani, è difficile da spiegare, non so se mi piace o no, manca tiro.

Questo per farvi capire che, quest’ ala dev’essere usata per 3-4 uscite per capirla bene, quando poi ci prendi la mano ti rendi conto che il potenziale è infinito.

Per essere un 12 gira veramente veloce, nei kiteloops è fantastica, ha un bel tiro orizzontale, quando sganci ha un pop impressionante, ti permette di fare tutto.

Per me, che sono un kiter di medie capacità ho avuto la possibilità di cambiar marcia e di inserire parecchi trick nel mio repertorio, grazie appunto alla facilità nel complesso.

L’hang time non è da primato, questo è un kite orientato al new school.L’high end è infinito!
Wave: Per quel poco che ho potuto provarlo nelle onde posso solo dire, che risulta molto adatto a questo scopo, se ci finisci sotto, la C si apre leggermente il kite indietreggia e anche con i cavi mollati risponde all’input della barra. Nei commenti mi aspetto i pareri degli “ondaioli”.
Cosa non mi piace: tutto questo ben di dio purtroppo ha dei lati negativi che sono: per essere un 12 m ha bisogno di parecchio vento, quindi il low end è un tasto dolente, altra nota negativa è l’angolo di bolina, il kite anche premendo come matti nella tavola, tende a non volare a bordo finestra, questo comporta una bolina meno accentuata rispetto alla concorrenza.
Per chi: lo consiglierei a quelli che vogliono progredire nelle manovre in generale, dalla rotazione all’handle pass, l’ala perdona gli errori e se si sbaglia è difficile farsi male (fuel docet). Per le onde, da quel poco che posso dire, è consigliatissimo, forse guarderei ad un paio di misure in meno.
Se cercate un kite dall’hang time spaventoso stile old school, forse è meglio orientarsi in un altra tipologia di ala. Lo sconsiglierei in pieno per chi fa freeride puro perchè tutte le doti positive dell’ala non sarebbero apprezzate, anzi verrebbero evidenziati solo i lati negativi.

Slingshot_RPM_2010_1
8 m: Purtroppo non abitando in una zona molto ventilata, ho potuto provare poco l’ala in un oggetto, la cosa che mi sta impressionando sempre di più è la velocità complessiva, nei kiteloop te la ritrovi sopra la testa senza nemmeno accorgertene, è stupenda! Per tutto il resto leggetevi la prova del 12, togliendoci i lati negativi, perchè questo per essere un 8, tira tanto e la bolina non è di certo un problema.
Wave: Ho avuto modo di surfarci 3 m d’onde in grecia e posso solo dirvi che quello che dovete fare è solo concentrarvi alla vostra onda, il kite vi asseconda in tutto.Vedrò di completare quanto prima la descrizione di questa misura.

 

Aspetto i vostri commenti qui in basso!

 

Ps: spero di aver presto tra le mani i 2011 Cool