Archivi tag: Naish

Downwind di 130 km – Kevin Langeree

Kevin Langeree, atleta ufficiale Naish, insieme ad altri 100 kiters ha concluso un downwind dalle spiagge di Hoek van Holland fino a Den Helder in Olanda di ben 130 km, il tutto ripreso con l’immancabile GoPro.

Per lui è stato il downwind più lungo di tutta la sua carriera.

Ecco il video:

 

Wink

Naish Torch 12 2008 – il test

Dopo un paio di uscite in condizioni variabili sono lieto di pubblicare la prova del Naish Torch 12 m 2008, lo so non è il kite all’ultimo grido anno 2011, ma questa recensione potrebbe essere molto utile a chi, come nel mio caso, compra ottimi kite con un paio d’anni a prezzo stracciato.

L’ala in mio possesso è del 2008 con la barra tipo vecchio, ovvero quando lasci la barra e la spingi verso l’alto NON si appende alla quinta linea.Evito la descrizione del kite a terra, tanto…. è inutile Wink.

Premetto che prima dell’acquisto del Torch il mio quiver era/è Naish Helix 2008 nella misura 14 e 9 m con barra 2009 con smart loop.

 

In aria:

E’ un C kite, la prima volta che lo lanci ti passano per la mente tutti i racconti dei vari amici che in epoche remote hanno iniziato con questi C, gente che è tornata a riva saltellando, chi si è sganciato, chi ha perso tavole,chi ha rotto linee…beh insomma un pò di timore c’è.

Una volta arrivato allo zenith, passa tutto, il kite tenuto ai lati della finestra è come un semplicissimo e moderno SLE, a dir la verità non è proprio total depower ma in questo caso non lo sono nemmeno i miei Helix, la presenza del trim con i due cinghietti è veramente comoda, Naish  ha solo peggiorato adottando lo smart loop quando il kite tira diventa difficile tirare il depower

.La differenza sempre a bordo finestra è di avere tra le mani un 8 m, dai l’input con la barra e lui senza pensarci un millisecondo risponde, al contrario dei brigliati che hanno molto da imparare.

Sparando il kite a centro finestra, ti rendi conto che è diverso, ovvero il tiro c’è sempre,barra o non barra cazziata e ogni raffica passa attraverso la spina dorsale. Ho comprato questo tipo di kite per avventurarmi nel freestyle più avanzato, quindi il tiro costante e l’assenza di total depower sono solo un vantaggio.

 

Il test in acqua:


Primo test, vento on con intensità di 14-15 nodi di base con raffiche a 17:

Il kite rispetto al mio 14 tira ben poco, con 14 nodi tengo a malapena il bordo muovendolo da una parte all’altra, appena il vento sale sopra i 16 nodi riesco a stringere, muoverlo sinosuinodalmente non è difficoltoso, essendo veloce risulta quasi  piacevole e sicuramente non stancante, ma per questo kite ci vuole più vento, ne approfitto per provare qualche trick sganciato, a differenza degli helix il tiro rimane costante e non va in back stall, poppando con la tavola si fanno bei salti…per divertirsi ci vuole più vento, lo riproverò in queste condizioni con lo skimboard e vi farò sapere com’è.

 

Secondo test, vento side-on con intensità base a 18-20 nodi con raffiche a 30:

 

Rock ‘n’ roll


Sono bello pieno, il kite sulla spiaggia ad ogni raffica mi solleva di qualche cm, corro in acqua e infilo la tavola, ragazzi che figata, il tiro è pazzesco, ma risulta sempre ben gestibile, tirando la barra aumenta ancora di più.Plano a velocità pazzesche e per dar tregua alle gambe le quali hanno il compito di fare da vero depower, inverto.

Una volta invertito il kite, non puoi non innamorartene, spara altissimo è stabile e loopa su se stesso ad una velocità impressionante, ti spinge a provare cose nuove, al kite non ci devi pensare lui asseconda ogni tuo desiderio e ti lascia spazio per provare nuovi trick.

 

Conclusioni:

Il torch è e resta un C kite inadatto a chi sta imparando e chi è ai primi bordi, è un kite che non perdona e fisicamente stanca il doppio rispetto ad uno SLE. Se dovete fare freeride e non avete la necessità di sganciarvi, forse è meglio orientarsi su qualcos’altro, se invece volete un kite reattivo e pronto ad assecondare ogni voglia di freestyle questa è l’ala giusta.

 

Attenzione: Durante il quarto test, è scoppiato il bladder della leading edge che ha causato uno strappo del tessuto, questo è un problema noto del torch. Abbiamo aperto una discussione nel forum, dove potete intervenire, se avete lo stesso problema o volete saperne qualcosa in più.

Ho contattato l’importatore italiano per avere spiegazioni…

trovate tutto a questo link

Laughing

Naish House 2.0 – Hawaii 2010

Il team Naish si è riunito: Robby Naish, Kevin Langeree, Sam Light, Reo Stevens, Ian Alldredge, Florian Daubos, Cyril Coste e il disegnatore Naish Kite  Damien Girardin.

Naish House 2.0 mezz’ora da paura: Freestyle,Wave,Sup and much more!Laughing

Il link per vederlo direttamente dal sito Naish: premi qui

 

karolina_slinghost-560x373

Karolina Winkowska lascia Naish e passa a Slingshot

Naish ultimamente sta perdendo molti dei più taletuosi kitesurfers del pianeta.

Karolina Winkowska dopo sei anni passati con Naish, è passata a Slingshot.

karolina_slinghost-560x373

L’atleta dice: “Da quando ho provato la prima volta questi kite non gli avrei più ridati indietro,volano stabili,sono veloci e sono micidiali per i mega loops.”

Karolina è una delle favorite per il campionato mondiale femminile.